Tifo Brescia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

ESCLUSIVA – Beccalossi: “Inzaghi trasmetterà la sua voglia di vincere. Con Cellino sono una bella accoppiata”

In esclusiva ai nostri microfoni Evaristo Beccalossi ha parlato di Brescia e dell’Italia dell’amico Mancini impegnata all’Europeo

Oggi capodelegazione dell’Under 20, Evaristo Beccalossi è cresciuto nel Brescia tra il 1972 e il 1978 tornando poi nel 1986 centrando una promozione in Serie A e retrocedendo l’anno successivo. Il fantasista mancino in carriera ha vinto un campionato e due Coppa Italia con Inter e Sampdoria, mentre in Nazionale maggiore non è mai stato convocato per un rapporto mai nato con il commissario tecnico Bearzot.

Brescia è una piazza importante del calcio italiano, eppure vanta il record di campionato di Serie B: cosa le manca per fare l’ultimo salto di qualità e affermarsi in massima serie? “Brescia è una città che dovrebbe stare stabilmente in Serie A . Personalmente mi piacerebbe che a livello sportivo Cellino facesse quello che ha fatto a Cagliari tenendolo in massima serie per tantissimi anni.”

Inzaghi è il giusto mix tra allenatore navigato e giovane in rampa di lancio: secondo te può essere la scelta giusta per il Brescia? “Pippo è cresciuto molto come mister  nelle ultime esperienze. Credo sia stata un ottima scelta: riuscirà sicuramente a trasmettere la sua grande voglia di vincere.”

Cosa può dare Inzaghi più di Clotet? “Non giudico Clotet  perché non lo conosco; ma Inzaghi so che è venuto a Brescia per portarlo in serie A.”

Il presidente ha la fama di mangia allenatori ed ha un carattere forte proprio come Inzaghi: pensi andranno d’accordo o c’è il rischio di avere tensioni alle prime difficoltà? “Secondo me se vanno d’accordo è una bella accoppiata destinata a ottenere grandi risultati.”

Quest’anno è più corretto definirla una Serie A2 viste le numerose squadre forti presenti: ci sarà qualche sorpresa secondo te o le favorite come il Parma faranno valere la loro forza? “Sicuramente sarà un campionato combattuto, ma con poche certezze. Il livello è molto alto e sarà talmente duro che ci saranno sicuramente delle sorprese.”

Quale giovane italiano vedi più pronto? Come valuti Papetti nell’Under 20? “Papetti mi piace molto; fa già parte da diverso tempo del gruppo Under 20 dell’Italia dove io sono capo delegazione.”

L’Italia sta entusiasmando all’Europeo: eri così  fiducioso alla vigilia o Mancini ha stupito anche te per i risultati ottenuti e il bel gioco mostrato? “Me l’aspettavo perché Mancini è un grande tecnico: siamo molto amici e abbiamo lavorato insieme all’Inter con Oriali. Nulla viene per caso: i suoi dogmi sono lavoro e capacità. Valorizza molto i giovani e questo ci porterà in alto.”

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Ritornano su Tifobrescia.it le interviste in esclusiva con le giocatrici del Brescia Femminile. La protagonista...

Le parole dell’attaccante delle Leonesse in esclusiva al nostro portale Ritornano su Tifobrescia.it le interviste...

jenny hjohlman

Le parole dell’attaccante svedese delle Leonesse in esclusiva al nostro portale Ritornano su Tifobrescia.it le...

Dal Network

Oliveri al posto di Situm, Pontisso favorito su Pompetti per una maglia da titolare al...
Il tecnico giallorosso: "Maran è un allenatore preparato, contro la sua squadra bisognerà mettere in...
Il tecnico giallorosso ritrova Petriccione, che rientra dalla squalifica, e Fulignati...

Altre notizie

Tifo Brescia