Tifo Brescia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Calori: “E’ troppo presto per dare un giudizio”

Quattro panchine cambiate in 6 gare e l’inattesa coppia di testa Brescia-Reggina. Calori: “Lì non per caso”

Brescia e Reggina condividono la vetta della classifica in Serie B dopo le prime 6 giornate di campionato. Un coppia certamente inaspettata che al momento si è presa la scena rispetto alle protagoniste tanto attese.

L’edizione odierna del Giornale di Brescia propone l’intervista realizzata con Alessandro Calori. L’ex tecnico delle rondinelle ha parlato del torneo cadetto: “E’ troppo presto per tanti motivi, non ultimo il fatto che il mercato sia terminato solo tre giornate fa e molte squadre devono ancora trovare l’assetto migliore. Certo, chi è partito bene ha sicuramente un piccolo vantaggio da conservare. Ma i valori effettivi non si sono ancora visti, sia in alto che in basso“.

IL CAMPIONATO FINO AD OGGI.A volte ci sono corsi e ricorsi. Prendete ad esempio il Pisa: pochi mesi fa ha disputato la finale playoff per andare in Serie A ed ora si ritrova là in fondo. Mi ricorda un po’ quello che successe al Trapani qualche anno fa, segno che a volte intervengono fattori psicologici che condizionano. Però il Pisa lo posso prendere come esempio anche per le due capolista di oggi. Brescia e Reggina: anche i nerazzurri, che l’anno scorso non li pronosticava nessuno, partirono fortissimo e arrivarono pure in fondo“.

BRESCIA E REGGINA CREDIBILI.Sono 15 punti non trovati, ma guadagnati. E guadagnati bene. Tutte e due le squadre hanno fatto vedere, chi in un modo e chi in un altro, tenacia e spavalderia. E un entusiasmo che le sta accompagnando. E questo dà consapevolezza ad un gruppo. C’è anche sostanza, sia chiaro, le cose non vengono per caso: giocatori esperti e giovani interessanti formano gruppi ben amalgamati. Il Brescia ha dalla sua anche il fatto che diversi giocatori giocano insieme da anni e conoscono bene la categoria. Insomma, se sono lì c’è comunque un perché. Partire bene è un gran vantaggio. Tra sei-sette partite usciranno i valori e se Brescia e Reggina saranno ancora lì, allora potranno cominciare a pensare a qualcosa di diverso“.

GIA’ QUATTRO ESONERI.Testimoniano che il livello è alto. Molte squadre ritengono di avere un organico all’altezza per provare la salita e quando vedono che i risultati non arrivano, cresce l’ansia. Ma questo rappresenta anche il controsenso di ambizioni e progetti: ad un allenatore deve essere dato il tempo per sviluppare il proprio lavoro. E sei giornate di tempo sono davvero poche“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le parole del tecnico del Brescia al termine del match col Catanzaro...
I voti delle Rondinelle dopo il match perso contro il Catanzaro...
La rubrica che vi permette di vestire i panni del giornalista...

Dal Network

Oliveri al posto di Situm, Pontisso favorito su Pompetti per una maglia da titolare al...
Il tecnico giallorosso: "Maran è un allenatore preparato, contro la sua squadra bisognerà mettere in...
Il tecnico giallorosso ritrova Petriccione, che rientra dalla squalifica, e Fulignati...

Altre notizie

Tifo Brescia