Resta in contatto

News

Hubner: “Clotet è bravo, ma in campo ci vanno i giocatori”

Dario Hubner ai microfoni de La Gazzetta dello Sport ha parlato del nuovo progetto del Brescia valorizzando la scelta di Clotet

L’ex attaccante del Brescia, da sempre ancora molto legato alla città, Dario Hubner ha spiegato a La Gazzetta dello Sport il suo pensiero sul ritorno di Clotet. Queste le sue parole: “Di sicuro è un ottimo tecnico, l’ha dimostrato un anno fa portando il Brescia ai playoff. Però in campo vanno i giocatori. E il mercato non mi sembra ancora concluso, c’è parecchio da fare.”

Poi Hubner ha proseguito toccando il tasto Cellino: “Il prseidente ha poca pazienza, ma anche a un tecnico che si conosce già come Clotet bisogna dare il tempo di lavorare: minimo tre mesi per conoscere a fondo calciatori, insegnare un modo di giocare, tutte le variabili. E poi bisogna che ci sia sintonia tra allenatore e squadra: la società deve lavorare per favorirla. Ma Clotet, proprio per la conoscenza così recente che ha dell’ ambiente Brescia, parte in vantaggio.”

Infine, il discorso sull’assenza di un bomber: “La Cremonese è salita in A senza un tiratore scelto. Il Brescia aveva un’ottima rosa, ma è mancato in cattiveria agonistica: in certe fasi decisive non ha avuto la giusta carica. Numerose partite già vinte sono state pareggiate contro squadre sulla carta inferiori: punti persi che hanno compromesso la stagione. Clotet dovra lavorare anche su questo aspetto per ripresentare un Brescia competitivo per la A.”

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News