Resta in contatto

Approfondimenti

Cistana impeccabile per 84 minuti, poi un solo errore che costa il gol

Cistana tornava dopo 384 giorni e la sua prestazione incoraggiante dura fino al minuto 84 quando, perdendosi Pellizzer, condanna il Brescia al pareggio

Andrea Cistana può rappresentare un nuovo innesto in casa Brescia: dopo due operazioni e un lungo calvario il difensore di Porta Cremona è stato schierato dal primo minuto nella gara di ieri contro la Virtus Entella e ha guidato alla grande tutto il reparto difensivo. Il calo fisico, comprensibile dopo la lunga inattività, è però costato concretizzandosi al minuto 84 con il gol del pareggio ligure.

Tanti buoni segnali per Andrea che nel primo tempo è sempre stato pulito nei suoi interventi; come riportano Bresciaoggi e Giornale di Brescia la palma di migliore in campo nei primi quarantacinque minuti è sicuramente sua. Il crollo di tutto il Brescia nella ripresa ha fatto abbassare il baricentro mettendo maggiormente in difficoltà il difensore che paga a caro prezzo la disattenzione in marcatura su Pellizzer in occasione del gol dell’Entella.

Un pareggio che sa di beffa, proprio come l’ultima volta in cui il numero 15 biancoblu è sceso in campo: era il 9 febbraio 2020 e in casa contro l’Udinese arrivò un altro 1-1 con rete in pieno recupero di De Paul. La differenza con Cistana a disposizione e no è evidente anche nei numeri: 72 punti in 52 partite per una media di 1,41 punti; senza di lui, al contrario, 45 in 46 alla media di 0,97.

Martedì arriva il Cosenza, un altro banco di prova immediato per confermare la sua crescita e il suo valore, sperando possa reggere novanta minuti al massimo dell’attenzione. Brescia ha bisogno del miglior Cistana, il vero valore aggiunto di questa lunga corsa verso la salvezza.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti