Resta in contatto

News

Alessandro Budel si racconta: “Brescia è la squadra della mia carriera: l’ho sempre detto e ne sono orgoglioso”

In occasione del suo compleanno l’ex centrocampista del Brescia Alessandro Budel è stato intervistato dal Bresciaoggi

L’ex centrocampista del Brescia Alessandro Budel, che nel 2009/10 ottenne la promozione in Serie A con le rondinelle, oggi festeggia i 40 anni. Il quotidiano Bresciaoggi lo ha intervistato dedicandogli un’intera pagina nell’edizione odierna. Diversi gli argomenti affrontati durante la chiacchierata da parte di colui che oggi è commentatore per Dazn.

LE MANCA IL CAMPO.Sì, però ci sono momenti della vita dove è giusto fare determinate scelte per il futuro“.

RIMPIANTI PER LA CARRIERA.No, sono contento di quello che ho fatto. Dove ho giocato sono sempre stato considerato un giocatore importante. Le mie partite non sono mai state presenze, ma gare vere. Forse avrei potuto fare qualcosa di più in Serie A. Mi è mancata la pazienza Se stavo in panchina due partite già fremevo. Forse avrei potuto attendere di più in determinate circostanze, ma va bene così“.

COSA HA RAPPRESENTATO IL BRESCIA.Ha rappresentato, e rappresenta tuttora, tanto per me. E’ la squadra della mia carriera: l’ho sempre detto e ne sono orgoglioso. Ho tanti amici e conservo dei ricordi stupendi passati in biancazzurro. Senza dimenticare la mia famiglia, che in questa città si è trovata benissimo. Porto Brescia nel cuore. A tal punto che spesso anche i colleghi di Dazn, parlando del Brescia, mi chiedono “Ale, ma oggi cosa fa la tua squadra?“.

IL BRESCIA OGGI.Una squadra che ha buone individualità e dalla quale mi aspettavo di più. Le cessioni di Sabelli e Torregrossa sono state importanti. Soprattutto quella di Ernesto, il vero valore aggiunto della squadra. Ayé ho sempre creduto che potesse fare bene, soprattutto in B. Ha dei numeri e ora, dopo aver trovato i suoi primi gol, è in fiducia. Al Brescia è mancato tanto Donnarumma. Non potrei immaginare un Brescia non in grado di raggiungere questo obiettivo. Anche se la rosa non può ambire anche i playoff: servirebbero due-tre vittorie consecutive per rilanciarsi“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Valdo
Valdo
1 mese fa

Grande Budel, vedrai che entro qualche anno sarai ancora più orgoglioso della Tua squadra.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a BRESCIA su Sì!Happy

Altro da News