Tifo Brescia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

I 1911 contro la società: “La libertà non cresce sopra un albero”

Dopo le recenti polemiche sul calciomercato, con un presunto battibecco avvenuto in tribuna, anche i 1911 scendono in campo

Continuano le proteste da parte dei tifosi del Brescia Calcio, a maggior ragione dopo le ultime voci sul calciomercato e dopo il battibecco tra il dg Micheli e il radiocronista di Bresciasette.

Il gruppo dei Brescia 1911 ha esposto uno striscione sotto la sede della società, pubblicando anche un comunicato sulla libertà di pensiero e di critica.

Questo il comunicato:

“Partiamo dal fatto che oltre ad essere sancita dalla Costituzione, la Libertà è sacra. Libertà di circolazione, di espressione, di opinione, solo per fare qualche esempio collegato a quanto accaduto allo stadio negli ultimi anni in generale, e ieri in particolare, quando un giornalista bresciano di lunga data, oltretutto tifoso biancoblù, è stato aggredito da un tesserato del Brescia per aver espresso -in settimana- alcune opinioni non in linea con quelle della Società. Ovviamente non ci sorprendiamo, e probabilmente non ci scandalizzeremmo nemmeno (come tutti sanno, anche noi ci incazziamo facilmente, soprattutto quando ci fanno dei torti; vero Cellino?), se non fosse che la colpa del giornalista suddetto è stata quella di criticare -nell’interesse della nostra Maglia- la società e la sua inconsistente -o quantomeno discutibile- campagna acquisti di gennaio. Ora, sapete tutti cosa pensiamo dei giornalisti troppo filo-societari, oppure di quelli disonesti; questo perché non l’abbiamo mai nascosto. In questo caso però la reazione della società ci sembra quantomeno esagerata, anche perché dopo avere trattato a pesci in faccia molti tifosi, dopo averne escluso dal gioco tanti altri, dopo essere retrocessa nella maniera peggiore per scelte “presidenziali” incoerenti ed evidentemente fallimentari, dopo avere promesso un riscatto immediato che tarda ad arrivare, non può arrogarsi il diritto di mettere a tacere una cronaca sportiva sacrosanta, attenta e perfino onesta. Infatti, senza nulla togliere ai nuovi arrivati, ci sembra che negli ultimi tempi se ne siano andati alcuni dei giocatori migliori: calciatori che hanno fatto la fortuna di questa società, hanno esaltato la piazza, hanno regalato dei momenti indimenticabili a tutti. Giocatori che erano una certezza in campo. Giocatori che ben difficilmente potranno essere sostituiti. E se anche ciò accadesse e tutti noi ci sbagliassimo (come sempre ce lo auguriamo tanto), in Italia dovrebbe pur sempre rimanere il diritto di esprimere le proprie opinioni, sia come giornalisti, sia come Ultras. Poi i fatti naturalmente parleranno da soli (inutile dire che con Cellino fino a oggi ci abbiamo sempre azzeccato…). Per chiudere: gli Ultras sanno molto bene quanto sia difficile mantenere certe condizioni di Libertà, per questo abbiamo voluto esprime la nostra opinione con uno striscione inequivocabile. Avanti Brescia Sempre!”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Tocca a voi tifosi schierare il vostro undici ideale per la sfida contro il Venezia...
Le parole del tecnico del Brescia nella tradizionale conferenza stampa della vigilia...
Le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi, sabato 13 aprile...

Dal Network

Il commento del direttore generale dei nerazzurri a fine partita...
Il commento della partita da parte degli avversari: colpe dei nerazzurri nei gol ...
Matteo Tramoni
Aquilani si porta qualche dubbio sul modulo ma dovrebbe confermare la difesa a tre. Beruatto...

Altre notizie

Tifo Brescia