Tifo Brescia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Mero, il ricordo degli ex compagni

Dario Dainelli, Emanuele Filippini, Antonio Filippini, Luca Castellazzi, Fabio Petruzzi, Massimiliano Esposito lo ricordano ancora con affetto a distanza di anni

Sono 19 anni che Vittorio Mero non è più con noi, ma l’ex difensore del Brescia ha lasciato un ricordo in molte persone che hanno avuto l’opportunità di conoscerlo. Fra questi ci sono Dainelli, Emanuele Filippini, Antonio Filippini, Castellazzi, Petruzzi, Esposito che hanno lasciato a TifoBrescia.it un ricordo di Vittorio.

DAINELLI. “Non ho trascorso tantissimo tempo in squadra con Vittorio, ma ci siamo trovato fin da subito. Sarà il fatto che aveva il mio stesso ruolo, sarà perché lavoravamo assieme sia negli allenamenti di squadra che in quelli specifici ma avevamo davvero una grande intesa, direi a pelle. Io ero più giovane e lui cercava di aiutarmi, era davvero molto attento ai rapporti umani. Abbiamo legato molto e abbiamo fatto un sacco di risate insieme. Nel momento in cui è successa la tragedia, io ero appena andato a Verona, quando mi hanno chiamato per dirlo e anche nei giorni immediatamente successivi, abbiamo vissuto momenti di strazio e dolore forte ma quando ci siamo ritrovati con gli altri ragazzi della squadra, l’idea di base era quella di ricordarlo, ma sempre con il sorriso perché lui era così ed è bene ricordarlo così”.

EMANUELE FILIPPINI. “Il ricordo è sempre indelebile. Il suo sorriso, la sua grinta, la sua solarità, la sua voglia di esserci sempre. Gli voglio bene sempre bene come il primo giorno che ci siamo incontrati”. 

ANTONIO FILIPPINI. “Il mio ricordo verso Vittorio è legato molto simpatia perché come noi era molto simpatico e estroverso, per cui andavamo veramente d’accordo e tiravamo il gruppo il gruppo sotto questo aspetto perché riuscivamo con le battute a sollevare gli animi dello spogliatoio, il presidente Corioni ce lo diceva sempre. Inoltre, ricordo anche che era molto vanesio, ci impiegava davvero tanto tempo per farsi la doccia e di conseguenza noi la canna dell’acqua fredda per farlo uscire velocemente dalla doccia. Ricordo anche che voleva migliorarsi nella tecnica, quindi a fine allenamento si metteva a calciatore con il sinistro, aveva doti caratteriali uniche”. 

CASTELLAZZI. “Il ricordo di Vittorio è di un ragazzo sempre disponibile con tutti, che sapeva capire quando al compagno serviva una parola di conforto ma anche quando si doveva intervenire per stimolare e motivare il gruppo. Grande professionista con un carattere molto estroverso. Ricordo tanti nostri “confronti” durante i quali ci “punzecchiavamo”: io gli davo del “testardo che vuole avere sempre ragione” e lui ribatteva con “sei troppo permaloso!”. Purtroppo ci ha lasciato troppo presto. Ogni volta che penso a quella sera a Parma, il momento in cui ci hanno informato della tragedia, ho ancora un brivido lungo la schiena e mi domando perché la vita in certi momenti possa essere così crudele”. 

ESPOSITO. “Il mio ricordo di Vittorio è un bellissimo ricordo, come tutti credo. Era disponibile, sorridente, umile e un gran bel calciatore. Ricordo che eravamo a Parma e nel riscaldamento pre gara venimmo a conoscenza della tragedia, ovviamente non giocammo perché il legame con Vittorio era davvero forte”. 

PETRUZZI. Ho avuto il piacere di conoscere Vittorio e di giocarsi insieme. Un ragazzo di un umiltà come pochi. Era il classico ragazzo da spogliatoio. Era sempre disponibile al discorso, sempre con la battuta ed ad accettare la battuta. Il ricordo c’è sempre in tutti, soprattutto in me. Un ricordo di un ragazzo d’oro. Tra l’altro avevamo lo stesso ruolo e in questo mondo dove c’è tanta invidia e gelosia tra noi c’è sempre stato un rapporto splendido, di uomini. Era padre di un ragazzo straordinario, di una moglie meravigliosa, una famiglia altrettanto meravigliosa. Quando abbiamo appreso la notizia c’è stato un vuoto dentro di noi perché non se ne andato Vittorio Mero, ma se ne era andato un ragazzo splendido. Ci è mancato, ci manca e ci mancherà per sempre”. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Tocca a voi tifosi schierare il vostro undici ideale per la sfida contro il Venezia...
Le parole del tecnico del Brescia nella tradizionale conferenza stampa della vigilia...
Le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi, sabato 13 aprile...

Dal Network

Il commento del direttore generale dei nerazzurri a fine partita...
Il commento della partita da parte degli avversari: colpe dei nerazzurri nei gol ...
Matteo Tramoni
Aquilani si porta qualche dubbio sul modulo ma dovrebbe confermare la difesa a tre. Beruatto...

Altre notizie

Tifo Brescia