Tifo Brescia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Pescara-Brescia, le pagelle delle Rondinelle

La sfida dello stadio Adriatico si chiude in parità, segnano Torregrossa su rigore e Bocchetti

Il Brescia trova il terzo pari esterno consecutivo a Pescara. Dopo un primo tempo di “studio” il vantaggio arriva al 43′ con Torregrossa, che trasforma il rigore che si è procurato per trattenuta di Scognamiglio. Il Pescara entra con tutt’altro atteggiamento nella ripresa Bocchetti pareggia al 61′ da due passi su tocco di Omeonga deviato da Bisoli che si trasforma in assist, e tranne una super palla gol pochi minuti più tardi succede poco altro.

Andrenacci 6,5: incolpevole sul gol, dopo essere stato poco impegnato, sbaglia un’uscita che potrebbe diventare pericolosa ma si supera al 68′ sul tocco da due metri di Nzita, salvando di fatto il risultato.

Sabelli 6: migliora anche in fase difensiva, anche se probabilmente ricorderà la partita di oggi per le tante botte prese in gara.

Mangraviti 6: è lui a perdere Bocchetti sul gol, anche se era difficile aspettarsi una traiettoria così sul tiro diventato passaggio di Omeonga. La difesa fatica ma regge all’assalto pescarese, tranne un paio di sbandamenti.

Mateju 6: si conferma migliore da centrale che da esterno. Come il vicino di reparto soffre maggiormente il secondo tempo quando il Pescara sale di intensità.

Martella 6,5: da un suo cross nasce il rigore del vantaggio, ma nel primo tempo è decisivo anche in difesa su un cross velenoso anticipando Memushaj.

Bjarnason 6,5: vince parecchi contrasti e potrebbe anche trovare il gol nel primo tempo su una punizione “velenosa”. Tra i primi a uscire quando Dionigi cambia assetto (14′ st Papetti 6)

van de Looi 5,5: come con il Pordenone è quello che incide meno nel trio di centrocampo, questa volta non eccede ma non riesce a “svoltare” il gioco biancazzurro.

Dessena 6: partita di sostanza con alcuni contrasti importanti vinti, anche se non è “visibile” come il collega di reparto Bjarnason (26′ st Jagiello sv).

Spalek 6: la partita diventa presto “fisica” e difficile e questo non lo favorisce. Prova a creare, spende molto in corsa ma non è efficace come nelle ultime due uscite (14′ st Bisoli 6, spezzone di sostanza anche se una sua sfortunata deviazione dà vita al gol di Bocchetti).

Ragusa 5,5: si vede poco, alternandosi nei ruoli di trequartista e seconda punta in un secondo tempo dove è più che altro il Pescara a fare gioco. Viene sostituito solo nel finale (42′ st Labojko sv).

Torregrossa 6,5: fa a sportellate per oltre 70 minuti guadagnando un paio di cartellini gialli per i difensori del Pescara e il rigore che trasforma lui stesso spiazzando Fiorillo (26′ st Ayé sv).

Dionigi 6: non è il Brescia visto con Pordenone (in 11 uomini) e Reggiana anche se il tecnico riesce parzialmente a cambiare in corsa una situazione che si stava facendo difficile, soprattutto nell’area di rigore bresciana.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le pagelle di voi tifosi lasciano spazi a pochi dubbi: è Rolando Maran il vero...
La rubrica che vi permette di assegnare i voti ai giocatori bresciani...
Il primo gol del Cosenza è un errore di Lezzerini; fortunatamente non ha compromesso la...

Dal Network

Il commento del direttore generale dei nerazzurri a fine partita...
Il commento della partita da parte degli avversari: colpe dei nerazzurri nei gol ...
Matteo Tramoni
Aquilani si porta qualche dubbio sul modulo ma dovrebbe confermare la difesa a tre. Beruatto...

Altre notizie

Tifo Brescia