Tifo Brescia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Australian Open 2024: “Sinner the Winner” è nella storia

 

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un altro italiano in cima a uno Slam 

Mai nessuno come Jannik.

Mai un italiano era arrivato in finale agli Australian Open. Sinner cambia la storia, stacca il pass per l’appuntamento più importante e, non sazio, trionfa.

Daniil Medvedev sconfitto 3-6 3-6 6-4 6-4 6-3.

Il match inizia in salita. La partenza del russo è bruciante. Palle basse e tagliate, attacco costante della rete. La tattica è chiara: aggredire e togliere fiducia da subito all’altoatesino. E sembra funzionare.

Il primo set scivola via. Sinner sembra impotente di fronte ai feroci attacchi di Medvedev. Pronti, via, anche il secondo segue lo stesso spartito. Jannik sembra alle corde e si trova rapidamente sull’1-5. Poi un sussulto. L’italiano recupera un break, tiene il servizio e poi cade sul 3-6. Sembra uno sforzo inutile, ma non è così. E’ uno squillo che fa capire che la musica sta cambiando.

Nel terzo e quarto Jannik infatti pareggia i conti con due netti 6-4, 6-4.

L’inerzia è mutata, il russo è sfinito. Sinner è implacabile e al quinto e ultimo set continua a martellare senza pietà. Fino all’inevitabile 6-3.

Game, set, match. L’Australian Open 2024 è di Jannik Sinner.

È la quarta sfida consecutiva vinta dall’italiano su Medvedev, dopo aver perso i primi sei incontri. Dopo Djokovic, anche il numero tre al mondo è costretto a inchinarsi davanti all’ascesa di Jannik.

L’ultimo italiano a vincere uno Slam fu Panatta al Roland Garros nel 1976. Berrettini nel 2021 si era arreso in finale a Wimbledon contro Djokovic.

“Sinner the Winner”, è nella storia.

 

Articolo originale

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

Il commento del direttore generale dei nerazzurri a fine partita...
Il commento della partita da parte degli avversari: colpe dei nerazzurri nei gol ...
Matteo Tramoni
Aquilani si porta qualche dubbio sul modulo ma dovrebbe confermare la difesa a tre. Beruatto...

Altre notizie

Tifo Brescia